Corsi di formazione personale e professionale

1° Livello – Corso di formazione in Costellazioni familiari e sistemiche

MILANO, INIZIO 23-24 GIUGNO 2018
8 weekend (sabato e domenica), uno ogni due mesi circa. Inizio a giugno di ogni anno.
Aperto a tutti purché maggiorenni. Al termine del percorso viene rilasciato un Attestato di partecipazione valevole come aggiornamento presso le associazioni nazionali di categoria (counselor, operatori olistici, ecc.).

Vai alla pagina del Corso di formazione in Costellazioni familiari e sistemiche

 

2° Livello – Corso di formazione in Costellazioni rituali®, Sciamanismo e Risoluzione dei traumi

PETTENASCO (NO) LAGO D’ORTA, INIZIATO IL 10-11 MARZO 2018
(Sono ancora disponibili pochissimi posti iniziando dal secondo incontro)

8 weekend (sabato e domenica), uno ogni due mesi circa. Inizio a febbraio-marzo di ogni anno.
Si accede a questo corso essendo maggiorenni e avendo completato o stando per completare il corso di primo livello, oppure avendo ultimato una formazione in Costellazioni familiari presso altro istituto (in questo caso è necessario un colloquio preliminare).
Al termine del percorso viene rilasciato un Attestato di partecipazione valevole come aggiornamento presso le associazioni nazionali di categoria (counselor, operatori olistici, ecc.).

Vai alla pagina del Corso di formazione in Costellazioni rituali®

 

Corsi di Formazione avanzata e Supervisione

PETTENASCO (NO) LAGO D’ORTA
PROSSIMO CORSO: 4-6 MAGGIO 2018

Singoli eventi a tema di tre giorni (venerdì, sabato e domenica) riservati a chi sia almeno iscritto al corso di primo livello, oppure abbia ultimato una formazione completa in Costellazioni familiari e sistemiche presso altro istituto (in questo caso è necessario un colloquio preliminare).
I corsi di Formazione avanzata e Supervisione si tengono tre volte l’anno intorno alle tre principali feste dell’anno rituale celtico a cui sono abbinati: Imbolc (1 febbraio), Beltane (1 maggio) e Samonios (1 novembre).
Viene rilasciato un Attestato di partecipazione ad ogni singolo seminario, valevole come aggiornamento presso le associazioni nazionali di categoria (counselor, operatori olistici, ecc.).

Vai alla pagina dei Corsi di Formazione avanzata e Supervisione

 

Corso di formazione SOUND HEALING – L’arte sacra del suono e della voce

ARONA (NO) LAGO MAGGIORE, INIZIO: 13-14 OTTOBRE 2018

4 weekend (sabato e domenica)
Aperto a tutti. Al termine del percorso viene rilasciato un Attestato di partecipazione valevole come aggiornamento presso le associazioni nazionali di categoria (counselor, operatori olistici, ecc.).

Vai alla pagina del Corso di formazione Sound Healing

 

Corso esperienziale
La vita prima e dopo la nascita
con Elena Dell’Orto
Max 20 partecipanti.
INIZIO AD ARONA (NO) LAGO MAGGIORE – PRIMAVERA 2019
Aperto a uomini e donne. Risolvere i traumi dell’imprinting e dell’attaccamento, dal preconcepimento alla prima infanzia.
Vai alla pagina dedicata

 

NOTA BENE:
La partecipazione ai Corsi di formazione non è consentita in stato di gravidanza e in caso di assunzione di psicofarmaci (è in tal caso necessario un colloquio privato preventivo).

Gli orari dei corsi sono: 9.30 – 13 / 14.30 – 18.30

 
INFO E ISCRIZIONI
Segreteria organizzativa
Silvana Leanza
tel. 335-7567258
silvanaleanza@yahoo.it

 

ALCUNI COMMENTI DEI PARTECIPANTI AI NOSTRI CORSI:

“Grazie Marco e Elena per avermi insegnato che ci vuole coraggio per essere felici!”
Carlotta
“I vostri corsi mi hanno cambiato e mi stanno cambiando la vita.”
Antonella

“Ogni volta, anche se magari non lavoro su di me in modo diretto, ritorno sempre a casa con un pezzo in più.”
Nadia
“Stamani dopo il corso mi sveglio e ho una grande tenerezza nel cuore. Sento i brividi dello Spirito e degli Spiriti che mi guardano con benevolenza. Grazie per tutta la guarigione che portate in tutte queste relazioni.”
Filippo
“Sono arrivata a Nemeton nel pieno di una crisi tremenda, smembrante, abissale. Mi sentivo condannata alla sofferenza, depressa e a pezzi. Sofferenza vuol dire non sentire, non esserci, non avere nulla da poter dare agli altri, neppure quel briciolo di luce di una piccola scintilla in fasce. Oppure averlo, ma non avere la forza di tirarlo fuori oltre la scorza delle brutte esperienze trascorse. Fino a credere che non ci sia più una strada per recuperarmi e di essere destinata a rimanere una lacera e tragicomica approssimazione della vera me stessa: piena di bellezza entusiastica, di energia e voglia di vivere. Sofferenza è avere paura di uscire dalla tana del letto, dalla caverna sicura e conosciuta della propria camera e dalla propria casa. È non riuscire a fare e a trovare il senso in cose apparentemente normali e scontate per molti e per questo sentirsi un po’ aliena; significa, senza riuscire a comprenderne il motivo, non essere più in grado di svolgere attività facili e quotidiane come mandare una breve mail, studiare, scrivere con ispirazione un testo, avere una conversazione amichevole con chicchessia, portare a termine il proprio lavoro in un ufficio alla presenza di altri, avere la capacità di organizzarsi, di stare nei tempi della quotidianità o in ambienti movimentati, preparare il necessario per un incarico o escludere un’attività lavorativa a priori per paura di fare qualcosa di nuovo.
Come dico sempre a chi mi chiede informazioni al riguardo, nel bel mezzo di questo frangente poco roseo, Marco e Elena mi hanno raccattata con il cucchiaino e strada facendo ho iniziato a vedere i motivi profondi di quel tracollo apparentemente improvviso.
L’avventura con il primo livello di formazione non è stata facile, penso di essermi guadagnata il trofeo di ‘caso limite’ o qualcosa del genere. Per terrore, non ho mai proposto un tema per un lavoro diretto e sono entrata una sola volta in scena come rappresentante ‘singola’ e in un altro caso come rappresentante all’interno di una collettività. Sebbene lo volessi davvero tanto, ogni volta che qualcuno mi chiedeva di entrare in scena dicevo di no, nonostante le forti pressioni di Marco, che  riconosco mi siano state utili per spingere la mia determinazione al massimo e per allenarmi a rimanere autentica in quello che realmente sentivo fossero le mie possibilità.
Questa situazione è durata per quasi due anni ma dentro di me qualcosa sapeva che la semplice presenza in cerchi di guarigione con energie molto alte, elevanti e luminose quali quelli di Nemeton, mi avrebbe aiutata a venirne fuori. E d’altronde nella situazione in cui ero non avevo altra scelta se non quella di starmene sulla mia sedia: mi rendevo conto di non poter offrire un buon servizio agli altri perché la troppa paura non mi permetteva di essere presente e quindi consapevole.
Le cose molto lentamente sono cambiate e poi, con il secondo livello, hanno cominciato a diventare sempre più belle: ho iniziato a ritornare in me! Ho scelto sistematicamente di mettere al primo posto la mia Anima e il mio Cuore e quindi la mia guarigione e le cose veramente importanti: non mi interessa quanti chilometri debba fare anche da sola o quanti soldi debba spendere per recuperarne anche solo un frammento, fiduciosa che Amma – cioè Colei che ho riconosciuto essere la mia maestra spirituale – mi guidi e mi sostenga. Proprio Lei mi ha accompagnata nelle mani delle persone giuste al momento giusto e, attraverso il loro lavoro, pazienza e Amore, si è presa cura di me per poi aiutarmi a stare sempre di più sulle mie gambe.
Grazie Marco ed Elena. I vostri cerchi si sono trasformati per me in una sadhana, un’autentica pratica spirituale, e al contempo in un magnifico seva (servizio disinteressato), il mio preferito, che amo fare mettendoci tutta me stessa.
Ho re-imparato a meditare grazie ai vostri corsi, con l’attenzione costante che è richiesta nello stare presente nel corpo, nel cuore e alle proprie emozioni. Ho sviluppato una sensibilità sottile marcata, che mi sono guadagnata con impegno, grazie all’eccellente esempio che portate con la vostra professionalità: ora, qui nell’ashram di Amritapuri dal quale vi scrivo, percepisco la differenza tra un cibo che è stato benedetto (prasad) e uno che non lo è stato…e tante altre sfumature!
La vostra è una scuola pionieristica, coraggiosa, autentica, vera. Il viaggio di quest’avventura con voi alla scoperta della ‘nuova me’ non é quantificabile, non ha prezzo. Non ha attestati, crediti, qualifiche, monte ore o riconoscimenti burocratici che possano minimamente restituire l’importanza di quanto abbia imparato e di come lo abbia imparato. Nel mio caso (e sicuramente in tanti, tanti altri) ha spinto anni luce più in là ‘l’orizzonte del magico e del possibile’. Quest’orizzonte è per me un dono dello Spirito. Lo amo, è meraviglioso, è un traguardo e una vittoria. Ora inizio a ‘riveder le stelle’, che so mi aspettano  e mi vogliono, incastonate come perle nella chioma della Madre Divina.
Elisa